leopardo istrice
GEAPRESS – Quante volte abbiamo sentito dire che la caccia è uno sport in sintonia con la natura?

Finanche nei famosi roccoli, strutture pagate dalle province per consentire la comodissima cattura di piccoli passeriformi da destinare, poi, ai cacciatori che, dai tranquilli appostamenti, attendono  uccellini selvatici da impallinare

Una pratica recentemente sospesa (quella della cattura)  dopo le avvisaglie di procedura di infrazione della UE.

In Sudafrica, nelle scorse ore, è stata filmata un’altra caccia. Veramente naturale ed in quanto tale combattuta ad armi pari, ossia quelle concesse dalla natura. Un leopardo, sfidando mille ostacoli … spinosi, riesce ad avere la meglio su di un istrice. E’ un suo predatore naturale e le parole, in genere, hanno un loro significato. Senza pallini, canne (di fucili e non) e cani. Ed a proposito di questi ultimi, … nonostante l’Istrice sia una specie protetta, sapete come in Italia avviene questo tipo di caccia (illegale)? In tana, con tutto quello che può conseguire per il povero cane.

Dunque caro, si fa per dire, bracconiere di istrici, come cacciatore in tana di volpi, se le parole hanno un significato, in tana, prova almeno una volta ad entrarci tu. Impariamo come è fatta la natura, nel video  girato nel Kruger Park.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati