GEAPRESS – Il seitan è il glutine di grano ed e’ considerato la carne vegetale per eccellenza. Ricco di proteine e privo di grassi, altamente digeribile e di sapore gradevole, è apprezzato da secoli in quasi tutto l’Estremo Oriente. In occidente arriva in tempi più recenti diffuso, in particolare, all’inizio degli anni ’60 dalla cucina macrobiotica.

La Sagra del Seitan, è sorta da un’idea dei volontari dell’associazione Progetto Vivere Vegan che nel 2005 a Firenze  hanno organizzato la prima Sagra.

Non solo un’occasione per gustare ottimi piatti vegani ma anche per informarsi e riflettere su alimentazione e animalismo, etica e modello di vita ecosostenibile.

Lo scopo degli organizzatori del resto è proprio quello di diffondere la cultura vegana, che partendo dall’alimentazione totalmente priva di derivati animali si allarga ad uno stile di vita basato sul rispetto di tutti gli esseri viventi e dell’ambiente.

Progetto Vivere Vegan spiega così le motivazioni della scelta di diventare vegan: “La ragione principale è il rispetto degli animali. Chi segue questo stile di vita non li considera semplici oggetti ma esseri sensibili con un loro valore intrinseco. Per questo i vegan non mangiano prodotti animali come carne, pesce, uova e latticini, non indossano pelle, lana o seta, non usano prodotti sperimentati sugli animali. Non comprano animali e non li tengono in gabbia, non visitano zoo e acquari, non vanno al circo e agli spettacoli che impiegano animali.”

Dalla prima Sagra del Seitan l’evento è cresciuto soprattutto nei numeri: tantissime le presenze sia di visitatori che di stand.

Ecco perché quest’anno l’appuntamento con l’etica e la cultura vegan raddoppia: dopo la tradizionale sagra organizzata il 6 giugno scorso a Firenze la prossima data è il 26 settembre 2010 ad Arezzo, presso lo Spazio Polifunzionale dello Stadio Comunale del Baseball e Softball.

La giornata avrà inizio alle ore 11, con bar in funzione tutto il giorno, espositori di prodotti e associazioni, ristorante a pranzo e cena e nel pomeriggio incontri e riflessioni su animalismo, veganismo, antispecismo. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).