GEAPRESS – Si definiscono un gruppo di attivisti il cui obiettivo è l’abolizione dello sfruttamento animale. Sono presenti, oltre che in Italia, anche in Gran Bretagna, Spagna, India, Venezuela e Polonia e lavorano con azioni di sensibilizzazione e denuncia, oltre che tramite vere e proprie investigazioni.

Animal Equality, in occasione della Giornata internazionale dei Diritti degli Animali svoltasi ieri, ha dato forma nel Piazzale della Terrazza del Pincio a Roma, ad una singolare e molto scenografica manifestazione. A partire dalle 12.00 e fino a sera, 100 croci bianche. Ognuna di queste ricordava un animale la cui vita si è persa nei tanti luoghi di sfruttamento dell’uomo. Dagli allevamenti ai laboratori, passando per i macelli, i circhi e gli zoo, come durante la caccia, le ‘feste tradizionali’ o perché abbandonati.

Ai numerosi passanti è stato spiegato il perché dell’azione. A chi chiedeva informazioni sono stati forniti volantini e ricordato come sia possibile salvare le vite di milioni di animali scegliendo uno stile di vita vegan, ovvero senza uso di prodotti di origine animale.

Una manifestazione riuscita che si è svolta contemporaneamente a Madrid, dove più di 400 attivisti hanno portato i cadaveri degli animali in piazza, ed a Londra dove è stata organizzata una vera e propria ‘scena del crimine’ con sagome di animali uccisi disegnati sull’asfalto.

Nata appena nel 2006 in Spagna, in questi anni Animal Equality ha portato a compimento investigazioni all’interno di allevamenti, macelli, laboratori, zoo e circhi, con lo scopo di smascherare lo sfruttamento nascosto dietro al silenzio di questi luoghi e per esporre la realtà all’opinione pubblica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: