GEAPRESS – Non solo dentro il bagagliaio ma la chiuso di un sacco di nylon e con tutte e quattro le zampe legate fra loro da una stretta corda. In tale alloggiamento il Comando Stazione Forestale di Casarza Ligure (GE) ha rinvenuto, nel corso di un normale posto di blocco, un … montone!

Chiamati i Servizi Veterinari veniva riscontrato come l’animale, molto spaventato, non riuscisse ad alzarsi in piedi. Ad aggravare la situazione erano anche le ferite causate dalla corda che aveva compresso la parte distale di tutti e quattro gli arti.

Per il guidatore, un giovane di origini marocchine ed il suo accompagnatore, è scattata la denuncia per maltrattamento di animali di cui all’art. 544/ter del Codice Penale. Agli stessi sono state contestate le sanzioni relative al mancato rispetto della normativa sul trasporto degli animali. Il povero montone è stato invece sequestrato e consegnato ad una azienda del posto. Singolare la giustificazione addotta dal conducente. Il montone lo voleva sistemare nel giardino di casa per poterlo allevare.

Ovviamente il dubbio che il montone potesse finire mangiato in occasione della fine della festa del Ramadam, rimane. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).