GEAPRESS – Grazie ad una legge del 2004, dell’allora Governatore Arnold Schwarzenegger, da luglio 2012 in California è vietata la produzione e la distribuzione del foie gras. La legge ha infatti previsto otto anni per l’adeguamento delle industrie produttrici e la loro riconversione per la produzione di altri beni.

Benvenuti nel mondo civile – ha dichiarato Walter Caporale, Presidente di Animalisti Italiani Onlus – ora spetta alla Francia rinunciare alla produzione di uno dei baluardi della violenza sugli animali: il foie gras. Oche e anatre nutrite con forza all’inverosimile indotte ad ammalarsi di steatosi epatica per permettere l’ingrossamento e l’ingrassamento del fegato. Una delle peggiori barbarie a danno degli animali. Un atteggiamento sadomasochista: indurre gli animali alla malattia e mangiarne il frutto della malattia stessa. Pura follia! Ora attendiamo con ansia l’ingresso nel mondo civile della Francia.

Il foie gras francese ha ottenuto il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). Una vergogna assoluta, sottolinea Caporale, che l’UE non avrebbe dovuto permettere. Invece è la stessa “Convenzione Europea per la protezione degli animali negli allevamenti” che deroga per il foie gras in favore dei paesi dove tale produzione è “pratica comune”.

A cosa serve l’Europa – aggiunge Caporale – se non per una crescita civile nel rispetto del prossimo, dell’ambiente, degli animali? Perché le deroghe per le “pratiche comuni”? Allora l’Italia può tutelare la Mafia, le mazzette, le ruberie dei politici: tutte pratiche comuni nel nostro paese!”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati