GEAPRESS – In gergo si usa il termine “tombare” per indicare il seppellimento, ovviamente non a norma, di rifiuti pericolosi. Ed è proprio a questo che avevano pensato i militari del Comando Carabinieri per la Tutela dell’ Ambiente (NOE) di Ancona, insieme ai colleghi del NAS, che in un’operazione congiunta stavano ispezionando un allevamento di bovini e suini di Rocca Priora, a Falconara Marittima (AN). Infatti, insospettiti dal terreno smosso, e disposto uno scavo i Carabinieri si aspettavano, come spesso accade, di trovare eternit o letame, ed invece ad essere “tombato” era stato un bovino.

Il sospetto, ancorché la terra smossa interessa una vasta zona dell’azienda agricola, è che quella carcassa non sia la sola.

La carcassa dell’animale è stata inviata all’Istituto Zooprofilattico di Marche ed Umbria per il necessario esame autoptico al fine di verificare le cause della morte, anche per scongiurare il pericolo di malattie contagiose.

Un’area di 500 m.q. è stata posta sottosequestro su mandato del Sostituto Procuratore Gubbinelli, della Procura della Repubblica di Ancona.

Si attende nei prossimi giorni l’autorizzazione a procedere con ulteriori scavi per accertare la presenza di altre carcasse di animali oppure per constatare che si sia trattato solo di “uno scivolone” così come si è giustificato l’allevatore davanti ai militari.

E dire che l’azienda agricola  in questione  è inserita nel circuito dell’alta qualità garantita dalla Regione Marche.

Il titolare dell’azienda, un bolognese di 53 anni, è stato denunciato in stato di libertà per la violazione delle norme sul Testo Unico Ambientale avendo allestito, illecitamente, un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

Sono stati posti sotto sequestro anche 40 m.c. circa di pneumatici fuori uso abbandonati nel terreno. L’uomo ora rischia una pena fino a due anni di reclusione e 26.000 euro di ammenda. Il valore del sequestro, comprese le spese per la successiva bonifica, ammonta a circa 200.000 euro. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).