GEAPRESS – Secondo  l’allevatore era un ottimo vermifugo, ma il Tribunale di Rochefort non è stato dello stesso avviso.
Infatti è stato condannato ad un mese di prigione e 500 euro di ammenda.

Al processo, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa France Presse,  l’uomo si sarebbe difeso dichiarando che il “rimedio” gli era stato prescritto dal veterinario; il suo avvocato avrebbe rincarato la dose affermando che le anatre erano tutte prive di vermi.
Normalmente, in Francia, ma non solo lì, alle anatre viene riservato un trattamento  di pura tortura: l’ ingozzamento forzato per ottenere un fegato grasso  e malato, che poi viene venduto come foie gras. Alle povere anatre anche il doping!

Che cosa è il foie gras:

Il foie gras è il fegato malato e grasso delle oche e delle anatre, la malattia si chiama steatosi epatica. Per ottenerlo le oche e le anatre vengono sottoposte alla tortura del gavage.

Il gavage consiste  nell’ingozzamento, fino a otto volte al giorno, di mezzo chilo (a volta!!) di mais cotto e salato. Ovviamente gli animali vengono ingozzati, perché non mangerebbero spontaneamente una tale abnorme quantità di cibo. Per rendere l’idea e come se ad un bambino facessimo mangiare 10 chili di farinacei al giorno.

Il trattamento dura dalle quattro alle otto settimane, quando il fegato è spappolato le oche e le anatre vengono uccise.

Per l’ingozzamento si usa un tubo, in genere metallico, lungo fino a 30 centimetri, che viene infilato nella gola.

Il Parlamento francese, nel 2005, ha purtroppo riconosciuto alla pasta (patè) ottenuta dal fegato grasso e malato (foie gras) l’etichetta  di “patrimonio culturale e gastronomico”.

Le torture inflitte da secoli ad anatre ed oche sono destinate ad essere perpetrate ancora ed oltretutto osannate. Ma si sà il fatturato innanzi tutto. Infatti alla faccia della cultura il comparto muove oltre un miliardo e mezzo di euro.

VEGAN é MEGLIO!

.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).