GeaPress – Sette milioni di italiani praticano una alimentazione vegetariana. Questo il dato evidenziato nel servizio che il Tg1 della 20.00 ha mandato ieri in onda. Il documento di Federica Balistreri è coinciso con le iniziative in corso per la settimana vegetariana internazionale. Ad essere intervistato, il prof. Umberto Veronesi.

Il notissimo oncologo ha espresso le sue motivazioni in favore del vegetarianesimo innanzitutto etico. Nel corso dell’intervista, infatti, il prof Veronesi ha rilevato alcuni aspetti positivi, sebbene forse meno noti, dell’alimentazione vegetariana: tre miliardi di animali di allevamento vengono alimentati con un terzo delle risorse agricole mondiali. “Questo – ha dichiarato Veronesi – nonostante vi sia un miliardo di abitanti di questo pianeta che soffre la fame”.

L’alimentazione carnea, in effetti, altro non è che un concentrato di consumi energetici che potrebbero invece essere destinati ad alleviare la fame nel mondo. Un campo coltivato a foraggio, in sintesi, fornisce da mangiare a pochi animali poi macellati, che serviranno a sua volta ad alimentare poche persone e per poco tempo. Se la stessa superficie, invece, fosse adoperata alla produzione di vegetali da destinare al diretto consumo umano, si potrebbero ricavare molte più risorse per l’alimentazione, sia in termini quantitativi che temporali. L’esempio più concreto è il disboscamento sempre più incalzante della foresta amazzonica da destinare a pascoli per bovini da carne. Un meccanismo non solo disastroso per l’ambiente ma anche incrementante la fame nel mondo.

E la salute? Secondo quanto dichiarato ieri al Tg1 dal prof. Veronesi “i vegetariani hanno meno malattie cardiache, meno malattie metaboliche, un po’ meno di tumori e vivono più a lungo

La settimana vegetariana internazionale si conclude oggi (vedi articolo GeaPress). (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).