(GEAPRESS) – GeaPress aveva invitato il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, ieri in visita a Gardaland, il parco divertimenti vicino Peschiera del Garda(VR), a non lasciarsi abbagliare dallo zoo d’acqua inglese che detiene delfini, leoni marini, migliaia di pesci ivi compresi squali e razze.

Per lui, però, Gardaland è una sorprendente “macchina da guerra”.
 
Non riusciamo a capire – ha dichiarato Elisa D’Alessio, Presidente dell’Associazione GeaPress – perchè il Presidente Zaia deve esprimersi enfatizzando uno strumento di morte per esaltare la produttività dell’attività imprenditoriale della multinazionale inglese proprietaria di Gardaland. Ad ogni modo – ha aggiunto D’Alessio – non è opportuno fare analogie guerriere quando uno dei problemi di queste strutture sono proprio le mancate pubbliche comunicazioni degli animali che, per le loro battaglie commerciali, vi muoiono detenuti.”

Gardaland è stata di recente acquistata dalla multinazionale inglese Merlin. La principale attività è quella costituita dalla catena dei Sea Life, acquari commerciali oggetto di fortissime critiche da parte degli animalisti inglesi. Non è da escludere che proprio dietro questa scelta di mercato si possa nascondere la motivazione della paventata chiusura del delfinario, in realtà non coincidente con i modelli imprenditoriali di una delle maggiori industrie della cattività animale esistenti al mondo. (GEAPRESS).