GEAPRESS – Il 23 agosto a Bernalda (MT) durante la festa di San Bernardino da Siena un piccolo Vitello lattante sarà costretto ad inginocchiarsi davanti alla statua del Santo.
Per  i bernaldesi è la rievocazione di un fatto realmente accaduto. Che sia vero o no  non è importante.
Se il fatto è realmente accaduto, questo riguarda solo il Santo ed il Vitello.

Estremamente grave è il fatto che un piccolo Vitello lattante, offerto (OFFERTO!) da un macellaio della zona, sia obbligato (OBBLIGATO!) ad aspettare sul sagrato della chiesa e che sia costretto (COSTRETTO!) ad inginocchiarsi davanti alla statua del Santo.
E se il malaugurato Vitello, scelto per la festa, è buddista od ateo? Cosa c’entra un Vitello con una religione, ed i suoi riti, tutta umana?

Il Vitello bardato con fiori di stoffa ed altri ammennicoli, vive con terrore la folla, gli archibugieri, gli sbandieratori, viene dato in pasto alla curiosità della gente, che sorride (tenerezza?) mentre beve il latte dal biberon; prima o poi (un poi molto vicino) sarà macellato e mangiato forse dagli stessi che lo hanno guardato con tenerezza.

I video ufficiali della festa non fanno mai vedere COME il Vitello si inginocchia davanti al Santo, sicuramente con la forza, altrimenti ci sarebbe un miracolo.

Maltrattamento di animale, programmato e consumato, si tratta solo di questo.
Al Sindaco di Bernalda garante, come tutti i Sindaci, del benessere degli animali sul proprio territorio comunale, chiediamo di vietare la tortura e la gogna del Vitello.
Gli organizzatori vanno diffidati da mettere in atto un comportamento lesivo dell’integrità del Vitello.
Al piccolo vanno garantite non solo  l’integrità ma anche la dignità.
Ai Cittadini di Bernalda ricordiamo che ” Grandezza e progresso morale  di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali – Gandhi”
.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

English version:

Faithful baby calf.
Animals and Religions: Saint Bernardino’s holiday in Bernalda (MT)

GEAPRESS – On 23th of August in Bernalda, near Matera, during the San Bernardino from Siena’s party, a little baby calf will be obliged to kneel himself in front of the monument of the Saint.

For Bernalda’s people it will be the recall of a real event. If it is true or not isn’t important.
If the event is really happened, concerns only the Saint and the calf.

So hard is the event that a little baby calf, offered (OFFERED!) from a butcher, will be obliged (OBLIGED!) to wait in front of the church and forced (FORCED!) to kneel himself in front of the monument of the Saint.
And if the unlucky calf, chosen from the party, is Buddhist or Atheist? What is the meaning of a calf in the religion, and in its rites, only human?

The calf will be adorned with cloth’s flowers and others decorations, it lives with fear the people, the musketeers, flag wavers, it is in front of the curiosity of people, which smile (tenderness?) while drink the milk from bottle; before or then (a then so near) it will be slaughtered and eaten maybe from the same people that have saw it with so tenderness.

Official videos of the party will not show HOW the calf kneel himself in front of the Saint, certainly with force, otherwise it could be a miracle.

Abuse of animal, programmed and consummate, it is just this.
At the mayor of Bernalda guarantor, like other mayors, of the wellness of animals on their country, we ask to prohibit the torture and the pillory of the calf.
Organizers will be warned to act a behaviour detrimental of integrity of the calf.
At the baby will be guaranteed not only integrity but dignity, too.
At people of Bernalda we remember that “Greatness and moral progress of a nation could be judge by the way that it cares animals- Gandhi”.(GEAPRESS – Propagation prohibited without mention the source).