GEAPRESS – Braccio di ferro a Misiliscemi, nelle campagne di Trapani, tra una associazione locale e l’ASL veterinaria. In una strada di campagna dovrebbe corrersi domani pomeriggio, il “Palio di Misiliscemi”. Gli organizzatori dicono di avere avuto dal Comune di Trapani, l’autorizzazione emanata dalla Commissione Pubblici Spettacoli, ma l’ASL Veterinaria ha risposto picche. Il dott. Roberto Messineo, Dirigente del Servizio Veterinaio dell’ASL 9 di Trapani è categorico.

Abbiamo rilasciato parere negativo – dichiara a GeaPress il dott. Messineo – quella non è una pista, non sono state comunicate le precauzioni del caso, non sappiamo granchè dei cavalli, eppure ci è giunta notizia che il palio si correrà lo stesso“.

I Carabinieri, dal canto loro, attendono ancora le autorizzazioni e fanno capire che se qualcuno, nel caso di dinego dovesse far svolgere in qualche maniera la corsa, se ne assumerà tutte le responsabilità.

Ma ci sono i requisiti dell’Ordinanza Martini, quella sulla protezione degli equidi?
Le ripeto – aggiunge il dott . Messineo – quello è un percorso di campagna non una pista per cavalli. Abbiamo già informato sia le Forze dell’Ordine che il Ministero della Salute. Ripeto, noi abbiamo fornito parere negativo“.

Interviene irrefrenabile anche il Coordinatore Nazionale del Partito Animalista Europeo, Enrico Rizzi. Un Palio addirittura a Trapani, la sua città! Detto fatto. Lui, oltre alle Autorità già citate, ha coinvolto pure la Forestale e dopo avere ricordato norme e cavilli procedurali ha invitato tutti ad intervenire urgentemente affinchè vengano applicate le leggi in vigore ed impedite tutte quelle manifestazioni certamente illecite.

Dunque, per domani, è tutto pronto. Vedremo chi perderà il … palio. Rizzi, dal canto suo, ci sarà.  
 
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati