GEAPRESS – Sant’ Antonio Abate, protettore degli animali. In Italia si festeggia scannando il maiale (vedi articolo GeaPress). Poi a Buti, in provincia di Pisa, fanno pure il Palio dalla curva a gomito ed il cavallo morto sotto il guard rail (vedi articolo GeaPress), ed il Presidente della Commissione Agricoltura della Regione Lazio, Battistoni, va alla benedizione degli animali. Non solo, lui vuole la legge per il Palio di Ronciglione e ritiene pure che Dio protegge gli animali perché ritenuti elementi indispensabili per il sostentamento umano. Poi, ieri, si è complimentato per l’incredibile prolungamento della stagione di caccia così come voluto dalla Presidente Renata Polverini.

Questo in Italia, dove la legge contro il maltrattamento degli animali (sic!) esclude dal suo campo di applicazione le manifestazioni storiche come quelle che per legge vorrebbe Battistoni.

Ed in Spagna? Ovviamente anche in quel paese dalle corride protette, si festeggia Sant’ Antonio Abate. Ovviamente a modo loro, secondo l’usanza che da cinque secoli si tramanda nel paesino di San Bartolome de los Pinares a circa 100 km da Madrid, nella comunità spagnola autonoma di Castiglia a León. Alle 21.00 del 16 gennaio, innanzi la chiesa, si accendono i falò. Le campane iniziano a suonare ed i cavalieri iniziano ad avvicinarsi. Cavalli ma anche asini, a volte bagnati ed a volte no.

Perché bagnati, vi starete chiedendo? Perché poi li fanno passare sul fuoco, in onore di Sant’ Antonio Abate protettore degli animali, ovviamente. La radice storica dell’usanza è, forse, nel prevenire agli animali il rischio di epidemie. Siccome non ci vuole poi molto a capire che far passare animali e cavaliere sul fuoco, non serve ad eliminare niente, sulla questione si sono dibattuti vari studiosi. Comunque di sicuro quello che avviene a San Bartolome de los Pinares è una manifestazione storica. Chissà. Potrebbe essere uno spunto per un gemellaggio Spagna-Italia. Portare i cavalli qui, ovviamente senza fuoco e lontani dai palii, e mandare un ambasciatore di tradizioni in Spagna. Se poi volesse rimanere da quelle parti, faccia pure. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte). 

Vedi video: