toro pacma
GEAPRESS – Dopo il successo della campagna animalista sul Toro de La Vega (vedi articolo GeaPress) per il quale le autorità hanno disposto il divieto di uccisione, una nuova battaglia del PACMA, il Partito Animalista spagnolo, affronta una seconda festa che si conclude con il trascinamento del povero toro fino al macello.

Si è svolta mercoledì scorso a Benavente nella provincia di Zamora. La festa, denominata “Toro Enmaromado” vede come protagonista un toro legato ad una corda, trainato fino al macello. Il video, diffuso dal PACMA, è diventato virale e si spera ora in un’onda di indignazione popolare che, come per il Toro de La Vega, porterà ad un epilogo diverso anche per questa manifestazione.

Ali di folla urlanti e un animale evidentemente terrorizzato. Da un finesta, una persona getta sopra al povero animale, un secchio d’acqua. Penosa la condizione del Toro, quest’anno chimato Piterroso, che si china subito a leccare la pavimentazione bagnata. La sua ultima acqua, visto che l’epilogo sarà al macello

Il video ha ora raggiunto visualizzazioni molto elevate e c’è da giurare che in non molti non la penseranno come gli affezionati alla manifestazione.

Quel video mostra un animale che soffre – afferma il PACMA – Un animale terrorizzato, una documentazione scioccante. La fine di tutti i tori in Spagna, almeno nelle regioni di Valencia e la Catalogna, è quella del macello; tutto si conclude con la fine della sua vita. Questo aspetto è ignorato da molte persone: dopo due ore di “divertimento, il toro viene ucciso”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati