GEAPRESS – Come già annunciato da Geapress (vedi articolo ) si è svolta senza il problema dell’ Ordinanza Martini  (Sottosegretario F. Martini nella foto della Camera dei Deputati) la corsa di cavalli di Sedilo (OR). La corsa, in onore di San Costantino, si è svolta ieri alle 18.00 e stamani alle 7.00.

Per capire come ciò sia stato possibile basta guardare la stessa Ordinanza che di fatto ha riconosciuto queste manifestazioni, e la stessa legge contro il maltrattamento degli animali che, all’art. 3, ne tutela la previsione di inapplicabilità nel caso di manifestazioni storiche. In pratica ne legittima il pericoloso corso.

GeaPress ha intervistato il Sindaco di Sedilo, Umberto Cocco, e a nome dell’Assocaione responsabile dei festeggiamenti di San Costantino, il Sig. Mauro Putzulu.

Abbiamo incontrato così delle persone molto cortesi, soddisfatti della corsa, per nulla preoccupati che l’Ordinanza Ministeriale possa modificare lo svolgimento della manifestazione equestre che, ricordiamolo, si svolge su un duro percorso in forte pendenza e con brusche curve (vedi video inneggiante alla corsa, in precedente articolo GeaPress).

GEAPRESS – Sig. Putzulu, come sono andate le corse di ieri e stamane?
Sig. Putzulu – Benissimo. E’ stata una bellissima manifestazione. Tantissima partecipazione e nessun problema. Siamo molto soddisfatti. 

GEAPRESS – Abbiamo sentito che a seguito dell’Ordinanza Martini si sarebbero iscritti meno cavalieri.
Sig. Putzulu – E’ stata un protesta di giovani cavalieri. Un impeto forse evitabile, ma non certo per le prescrizioni dell’Ordinanza. Sono certo che già nella prossima edizione rientrerà tutto. 

GEAPRESS – In quanti hanno corso?
Sig. Putzulu – Non ricordo bene, trenta o trentacinque, ma non è neanche la prima volta.

GEAPRESS – Abbiamo sentito che nelle curve i cavalli venivano condotti pianissimo.
Sig. Putzulu – No, non è vero, forse il minor numero di cavalieri può aver dato questa impressione, ma in entrambe le partenze lo scatto è stato bellissimo e spettacolare. Poi nella curva di Sa Muredda è stato veramente eccezionale. 

GEAPRESS – Nessun problema dunque rispetto agli altri anni.
Sig. Putzulu – Infatti. Già anni addietro, dopo alcuni problemi, avevamo preso dei provvedimenti soprattutto nei pressi dell’Arco di San Costantino che è stato rivestito, ma già da anni. Abbiamo disposto meglio le persone in alcuni punti del percorso …

GEAPRESS – Non vi erano transenne?
Sig. Putzulu – No, niente paratie, come gli altri anni del resto, anzi vi erano le guardie giurate, in alcuni punti le persone si sono fatte allontanare ma il percorso è rimasto quello che era e poi, le dicevo, è importante la festa religiosa in onore di San Costantino. L’anima della festa è la festa religiosa, non è stato intaccato nulla. E’ la fede la cosa importante. Tantissime persone ne stanno prendendo parte. 

GEAPRESS – Vi erano però i controlli dei cavalli.
Sig. Putzulu – Si, ma siamo d’accordo, lo vogliamo noi, mi creda. Il controllo del cavallo e l’alcool test dell’Ordinanza Martini. I cavalieri hanno capito e se qualcuno tra quelli che hanno manifestato il dissenso non è per ora d’accordo, sono certo che capirà. Lo deve capire. Avrebbero potuto correre già da quest’anno. Sarebbe stato ancora meglio. Nessuna polemica, guardi, lasciamo le cose così, l’importante è la tradizione che si lega all’unica cosa importante, la fede in San Costantino a cui rendiamo onore. L’Ardia deve rimanere nel campo religioso anche se a volte con qualche fibrillazione.

GEAPRESS – I cavalli devono essere sani.
Sig. Putzulu – Assolutamente, i cavalli devono essere sani.

Sulla stessa linea d’onda anche il Sindaco Umberto Cocco. Stamane, nella festa di Sedilo, ha così tenuto a dichiarare a GeaPress:

GEAPRESS – Sig. Sindaco, il Sig. Putzulu ci ha già detto che è andato tutto bene, sia ieri che stamani.
Sindaco – Certo è andato tutto molto bene, sono molto contento. 

GEAPRESS – L’Ordinanza Martini?
Sindaco – Nessun problema, bisogna trovare il giusto equilibrio tra spinte esterne ed interne. 

GEAPRESS – Ma il minor numero di cavalieri ….
Sindaco – Si quest’anno vi è stato un minor numero, ma nella storia dell’Ardia di Sedilo è già successo. Un anno ne furono presenti solo 28.

GEAPRESS – Solo una protesta estemporanea, allora.
Sindaco – Si, nulla di grave, sono certo che già dalla prossima edizione rientrerà tutto.

GEAPRESS – Allora, viva San Costantino.
Sindaco – Viva San Costantino.

Appuntamento dunque all’anno prossimo. Le spinte si sono conciliate, tutto si è svolto come annunciato. L’Italia ha le sue pericolose feste con animali riconosciute per Legge, finanche da incentivare (vedi articolo GeaPress). Come la Spagna.