GEAPRESS – Palio tutto sommato tranquillo, quello del 2 luglio a Siena. Tranquillo rispetto alle cadute alle quali siamo abituati e che, anche per questa edizione, non sono però mancate. Una durante la corsa. Il cavallo del Leocorno, Magic Tiglio, un castrone baio nato nel 2005, è a quanto pare inciampato pochi metri prima della curva del Casato (nella foto). Primo giro e primo, ed unico, incidente. L’animale è caduto inchinandosi e strisciando il muso in terra. Parrebbe non avere riportato conseguenze ma non sempre è possibile affermarlo nei primi momenti (quando viene comunicato, poi).

Numerose cadute hanno invece caratterizzato le prove in piazza dei giorni scorsi. Due cavalli sono stati per questo ritirati dalla gara, quando già la tratta era avvenuta. Si tratta di Lomagno, castrone baio nato nel 2004 che avrebbe dovuto correre per la contrada della Tartuca e di Nestore de Aighenta, castrone baio nato nel 2006 estratto per la contrada della Chiocciola. Il primo cavallo ha riportato una infrazione di un processo retrossale della terza falange dell’anteriore sinistro, mentre quello della Chiocciola una infrazione di grado secondo alla terza falange dell’anteriore destro.

Per il resto, tutto molto, o quasi, tranquillo. Questo almeno per le palpitazioni solite che caratterizzano il Palio. Il cavallo dell’Aquila è stato fatto uscire nel corso del giro di piazza del corteo storico perché nervoso. Misteriosu, affidato al Nicchio, voleva scappare con il canapo ancora tirato. A Misteriosu, assieme al cavallo del Bruco e dell’Aquila, è stato fatto fare il bello ed il cattivo tempo, nel corso della snervante attesa tra i canapi, per accaparrarsi la partenza migliore.

Niente Sindaco (il Comune è commissariato) e solo otto cavalli in pista su dieci previsti. Chissà.

Per la cronaca, a vincere è stata la Contrada dell’Onda, una delle preferite, con il castrone baio Ivanov nato nel 2003, montato da Luigi Bruschelli, detto “Trecciolino”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati