ardia 1
GEAPRESS – I Carabinieri della Compagnia di Ghilarza (OR), hanno denunciato un uomo di Sedilo, che aveva partecipato all’Ardia, ovvero l’impegnativo percorso equestre che si svolge annulamente nel paese.

La denuncia, che fa seguito a mirate indagini, fa riferimento alla manifestazione svoltasi il sette luglio 2014. In quella occasione, il soggetto ora denunciato, aveva perso il controllo del proprio cavallo, lanciato al galoppo nella discesa che da “Su Frontigheddu” conduce al santuario di San Costantino, cadendo violentemente per terra unitamente al cavallo.

L’animale moriva a seguito delle gravissime lesioni riportate e nonostante l’immediato intervento dei veterinari presenti sul percorso.

Dalle indagini sarebbe emerso che l’uomo non era iscritto alla manifestazione e che il cavallo non aveva sostenuto alcuna delle visite mediche necessarie previste dall’Ordinanza ministeriale “Martini”. Il cavallo, sempre ad avviso dei Carabinieri, non era in regola con il piano sanitario immunologico e vaccinale e non sarebbe stato idoneo, anche a causa dell’età (22 anni), a sopportare lo stress fisico derivante da tale tipologia di manifestazione.

L’uomo è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano con l’accusa di “maltrattamento di animali” previsto e punito dall’art. 544 ter del Codice Penale

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati