GEAPRESS – Stava provando il suo clarinetto quando un cavallo l’ha violentemente colpita alla schiena. La donna, una trentenne componente della banda musicale di Oristano, è stata subito soccorsa e trasportata al pronto soccorso di Ghilarza. Qui, considerate le gravi condizioni, è stato disposto il trasferimento al reparto di rianimazione dell’ospedale di Nuoro. Secondo le prime ricostruzioni, effettuate dai Carabinieri del Comando Compagnia di Ghilarza, diretto dal Capitano Alfonso Musumeci, il cavallo potrebbe essersi innervosito per il suono dello strumento. Accanto alla ragazza, c’era in quel momento anche la madre.

I fatti sono accaduti ieri nel corso della cosiddetta Ardia a pè, ovvero l’Ardia a piedi, una manifestazione che si svolge il fine settimana successivo alla corsa dei cavalli (nella foto) e molto meno partecipata. Il tragitto è lo stesso, ma dovrebbe essere percorso a piedi senza la presenza dei cavalli. A vietarlo è una Ordinanza sindacale, la quale, però, poco dice in merito allo stazionamento dei cavalieri nei pressi del Santuario. A Sedilo è molto sentito, da parte dei cavalieri, farsi il Segno della Croce, proprio innanzi al Santuario.

A quanto pare le Forze dell’Ordine, una volta finita la funzione religiosa, avevano già provveduto ad allontanare le persone e la stessa banda musicale si stava apprestando a mettere a punto gli strumenti, quando è arrivato il cavaliere. A questo punto l’incidente, proprio mentre l’uomo si stava facendo il Segno della Croce.

In tutto, secondo i Carabinieri, ieri a Sedilo c’erano 28 cavalieri. I militari dell’Arma stanno provvedendo ad esaminare i filmati acquisiti per il sanzionamento. Salvo azioni risarcitorie o di rilevanza penali, il tutto si concluderà con la sanzione amministrativa prevista. Cinquanta euro. La ragazza è ricoverata in gravi condizioni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati