GEAPRESS – Non correrà alla prossima Quintana di Ascoli, il fantino già condannato in primo grado per i casi di doping della Giostra di Foligno. La questione era stata sollevata dall’Associazione Italian Horse Protection (vedi articolo GeaPress), la quale aveva provveduto ad avvisare la Task Force per il benessere degli animali istituita presso il Ministero della Salute.

Ora la notizia. Il fantino che nelle intercettazioni telefoniche eseguite dai Carabinieri del NAS, voleva dare “benzina” alla cavalla da “bombardare“, non prederà parte alla Quintana. Italian Horse Protection aveva richiamato il rispetto dell’Ordinanza Ministeriale sulla protezione degli equidi la quale non solo impedisce una tale partecipazione ma prevede anche sanzioni per gli organizzatori irrispettosi. Il Ministero, si legge nella nota di Italian Horse Protection, aveva provveduto ad inviare diffida al Sindaco di Ascoli, nonché presidente dell’Ente Giostra, Guido Castelli.

Un fatto comunque grave, sottovalutato da chi avrebbe dovuto subito intervenire, ancorché la stessa manifestazione gode pure di una diretta della RAI.

Un ambiente – dicono da Italian Horse Protection – che troppo spesso mette il benessere dei cavalli in secondo piano rispetto agli interessi in gioco. I palii – aggiungono dall’Associazione – presentati come tradizione popolare, nascondono in realtà un giro d’affari che nulla ha a che vedere con la rievocazione storica. Lo dimostrano i montepremi e il fatto che spesso gli stessi fantini e gli stessi cavalli gareggiano in diversi palii; lo dimostrano le continue inchieste sul doping e i tentativi degli organizzatori di aggirare le pur scarne norme a tutela dei cavalli“.

Per questo motivo IHP ha lanciato da qualche mese la campagna NOPALIO (www.nopalio.it), per chiedere il divieto di uso di animali nei palii e nelle feste popolari, dove a competere dovrebbero essere solo persone, come una vera tradizione storica vorrebbe. Ad oggi oltre 11.000 cittadini hanno firmato per sostenere questa richiesta.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati