GEAPRESS – Alla curva del Casato, il fantino del Bruco, Gingillo, in sella a Lampante, ha centrato con la spalla destra la bandierina di metallo (vedi fotogallery). Finito in terra è stato portato via in barella da Piazza del Campo.

Un Palio di cadute. Prima del Bruco, infatti, alla curva di San Martino è caduto il fantino della Tartuca, mentre il cavallo è rimasto pericolosamente stretto ai materassi (vedi foto). Istanti dopo la caduta di Gingillo, invece, altri due cavalli (vedi foto). Uno è rovinato poco prima della curva del Casato, mentre il secondo l’ha dovuto scavalcare provocando la caduta del suo fantino. Come se non bastasse, attimi di apprensione appena il cavallo scosso del Bruco si è messo prima di traverso e poi è andato dritto contro gli altri cavalli in corsa.

Bruco, Tartuca, Civetta e Lupa, e ieri la Chiocciola con il suo fantino ferito ed il cavallo morto schiantatosi alla curva di San Martino (vedi articolo GeaPress). E meno male che, dopo quanto successo ieri, tutti i pronostici davano un Palio tranquillo.

Che succede ora? Niente, ci rivediamo il 16 agosto per assistere di nuovo al Palio di Siena. Per lui, e per tanti altri, hanno pure blindato la legge contro i maltrattamenti di animali.

A breve, inoltre, stante le recenti dichiarazioni del Ministro della Salute Fazio, l’Ordinanza sulla salvaguardia delle tradizioni …. con equidi (la cosiddetta Ordinanza Martini che poco o nulla prevede) dovrebbe diventare legge. Il Palio di Siena sarà, così, ulteriormente protetto, questo perchè la nuova legge avrà carattere “speciale”. Sarà, cioè, di settore e per tutti i generici casi considerati, escluderà automaticamente la legge contro i maltrattamenti di animali. 

VEDI FOTOGALLERY:



© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati