GEAPRESS – Trezzano Rosa è l’ennesimo Comune che in questo autunno ha indetto un palio degli asini. Il 24 ottobre prossimo, denuncia la LIDA di Milano, malgrado l’Ordinanza sugli equidi del Ministero della Salute si svolgerà l’ennesimo palio. Occasione sarà la sagra della Castagna. Alla Pro Loco è arrivata però la diffida della LIDA ove viene richiamata non solo l’Ordinanza del Ministero della Salute ma anche la corposa giurisprudenza maturata sul reato di maltrattamento degli animali.

La LIDA, citando numerose sentenze anche della Corte di Cassazione, fa presente che per configurarsi il reato di maltrattamento non occorrano necessariamente lesioni fisiche ma basta la mera sofferenza dell’animale, in quanto la norma mira a tutelare quest’ ultimo quale essere vivente in grado di percepire dolore. In altri termini il maltrattamento va inteso anche come lesione di tipo ambientale e comportamentale, incidendo queste sulla psiche dell’animale. La sofferenza, ricorda la LIDA, sussiste anche nell’ipotesi di patimenti che possono incidere anche sulla sensibilità.

E’ indubbio che tali manifestazioni causano stress, paura e disagio, nel momento in cui sono svolte in mezzo a folle urlanti. La LIDA ricorda, inoltre, che la Legge Regionale n.33/09 vieta tutte quelle manifestazioni pubbliche e private che comportino per gli animali maltrattamenti, costrizioni o detenzione inadeguata.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati