cavallo occhi
GEAPRESS – Richiesta dell’eurodeputato Andrea Zanoni al Comune di Monselice (PD) di non autorizzare più il Palio in seguito al grave incidente occorso nel weekend a una cavalla successivamente abbattuta.

E’ arrivata l’ora di dire basta a queste manifestazioni che fanno della sofferenza animale fonte di divertimento” – ha dichiarato l’Eurodeputato secondo il quale i palii rappresenterebbero sono un’inutile tortura per migliaia di animali.

La cavalla è stata abbattuta dopo essere rimasta seriamente ferita durante le prove libere per la ventottesima edizione della Giostra della Rocca che era in programma per domenica 15 settembre al Parco Buzzaccarini. L’equino si sarebbe fratturato una zampa mentre stava affrontando una delle pericolose e strette curve che costituiscono il circuito della giostra. La Lega Anti Vivisezione LAV di Padova, ricorda l’On.le Zanoni, riferisce di diverse testimonianze che potrebbero evidenziare tardivi soccorsi alla cavalla oltre che l’assenza di un veterinario con ambulanza a bordo pista.

Secondo Zanoni, un obbligo in base all’ordinanza del Ministero della Salute del 21 luglio 2011, modificata e prorogata per 12 mesi il 9 settembre 2013 e concernente la disciplina di manifestazioni popolari pubbliche o private nelle quali vengono impiegati equidi.

Alla luce di questo incidente – ha concluso l’On.le Zanoni – che è costato la vita a una povera cavalla, mi auguro che l’amministrazione comunale di Monselice non conceda più l’autorizzazione agli organizzatori del Palio bensì dia un segno di civismo e accolga le richieste di tutti quei cittadini che non vogliono più divertirsi sulle sofferenze di questi poveri animali”.

Di ieri, invece, la notizia del cavallo morto ad Asti (vedi articolo GeaPress e VIDEO). Nonostante quanto successo, la corsa è stata rinviata ad oggi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati