GEAPRESS – Il prossimo agosto la piazza della cittadina di Butera (CL) potrebbe tornare per un giorno ad adombrarsi con un’oca appesa a testa in giù. Viva o morta che sia, rappresenterebbe uno spettacolo opinabile che di certo porterebbe nuove critiche sulla cittadina del nisseno. Il gioco del “sirpintazzu”, una tradizione del folclore locale neanche condivisa da tutto il paese, viene ora nuovamente attaccata da Enrico Rizzi, coordinatore del PAE (Partito Animalista Europeo) che ha ricordato a Prefetto e Questore coma l’Ordinanza con la quale l’anno scorso era stato imposto il divieto di ogni utilizzo di animali, vivi o morti, non è stata ancora reiterata.

Rizzi ricorda inoltre quello che per lui è stato, l’anno scorso, un inadempimento del Sindaco di Butera. Concluso il gioco, svolto, per via dell’Ordinanza prefettizia, con un’oca di pezza, utilizzò non solo un’oca viva ma anche numerose colombe che caddero, riferisce sempre Rizzi, tra la folla urlante. Un grasso signore a petto nudo e con delle grosse salsicce di maiale appese al collo, strofinò e sbaciucchiò l’oca come a voler dimostrare la bontà dell’approccio fornito dal gioco. Eppure l’Ordinanza del Prefetto avrebbe vietato performance di questo genere.

Ora la manifestazione animalista, confermata proprio per il 15 agosto prossimo. “Ho scritto a Prefetto e Questore – riferisce Rizzi a GeaPress – questa volta non ci faremo più prendere in giro. L’anno scorso, oltre che dall’Ordinanza, ero stato assicurato dai funzionari della Questura che tutto sarebbe andato per il verso giusto, ed invece l’Ordinanza venne disattesa sotto i loro occhi. Motivo per cui – aggiunge Rizzi – il 15 a Butera ci saranno gli animalisti e di certo non annullerò la manifestazione come, con atto di buona volontà e certo del rispetto di un ordine del Prefetto, abbiamo fatto l’anno scorso“.

Rizzi è incontenibile e nella missiva appena inviata alle massime autorità per l’ordine e la sicurezza della Provincia, vuole ora chiare e documentali garanzie che la disposizione, ancora però non reiterata, verrà nel caso fatta rispettare. “Solo in questo caso non faremo la manifestazione” sembra concludere Rizzi che però, poi, afferma “saremo presenti come osservatori anonimi.”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati