GEAPRESS – I militanti di 100% Animalisti le hanno, poi, fatte partecipare ad un brindisi, ma quelle mille e forse più palline colorate, innocue per le oche, qualcuno non li vuole vedere. Sulla stampa sono apparsi come coriandoli ma di sicuro, coriandoli o palline che fossero, quel palio lo hanno fatto finire a gambe all’aria. Mentre le due oche tranquillamente si fermavano, non essendo più incitate alla corsa, i due personaggi che li seguivano finivano interra.

Così rendicontano da 100% Animalisti che hanno pure diffuso in rete i filmati dei brevi ma violenti scontri tra la polizia ed alcuni tifosi della manifestazione. Questi ultimi, a quanto pare, hanno tentato di raggiungere i militanti animalisti nel momento in cui stavano lasciando la cittadina.

Il Palio, poi, si sarebbe corso lo stesso. Così riferiscono dai Carabinieri, mentre la Polizia Municipale rinvia all’Ufficio Relazione con il Pubblico che a sua volta, però, rinvia alla Polizia Municipale. La storia dei coriandoli, forse per i colori variegati di quelle piccole palline di plastica, ha nel frattempo fratto presa. Mistero, invece, in merito ai due sostenitori della manifestazione che sarebbero stati allontananti dalla Polizia.

Lacchiarella, però, ha fatto a meno, a prescindere se si sia poi corso oppure no, del suo palio di oche. Un palio non svolto secondo i canoni. Un palio, cioè, disturbato da una quarantina di aderenti a 100% Animalisti e Animalisti Indipendenti che al momento opportuno hanno fatto scivolare quelle palline colorate nel pieno percorso del palio delle oche.

Ieri a Lacchiarella c’era anche Enrico Rizzi , coordinatore nazionale del PAE (Partito Animalista Europeo). “Quegli scontri che hanno interessato i sostenitori della manifestazione con la Polizia, li ho visti con i miei occhi, così come le palline colorate. Non so chi le abbia gettate lungo il percorso – riferisce Rizzi – di certo hanno fermato l’incredibile corsa. Irreprensibile, poi, il comportamento della Polizia.“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati