GEAPRESS – E poi dicono che c’è crisi. Il Veneto delle cacce in deroghe, quelle delle multe dell’Unione Europea, ha oggi deciso di spendere 150.000 euro l’anno per le manifestazioni storiche, tra cui i palii di cavalli e tra questi quello di Feltre. In tal maniera il Consiglio Regionale Veneto ha anche varato un provvedimento che consentirà di annullare l’applicazione della legge contro il maltrattamento di animali proprio per questo tipo di manifestazioni.

Quest’ultima legge, tanto voluta da alcuni settori dell’animalismo italiano, prevede infatti la sua inapplicabilità proprio nei confronti di quelle manifestazioni che vengono così inserite in elenchi storici regionali.

Il Veneto poco animalista, pertanto, non ha in questo caso abusato di illegittimità, come già riscontrato per le cacce in deroga, ma ha semplicemente utilizzando una legge dello Stato, quale quella sul maltrattamento che, al pari della corrida spagnola, non potrà essere applicata per i casi di maltrattamento intercorsi durante i palii. Di fatto è l’istituzionalizzazione del maltrattamento di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati