toro embolada
GEAPRESS – Non ci sarà l’Embolada di Amelie les Bains, nei Pireni francesi orientali. Il “toro de fuego” che doveva arrivare addirittura dal delta dell’Ebro, nella provincia di Terragona nella Catalogna spagnola, avrà risparmiata l’incredibile esibizione. Le sue corna, sabato prossimo, sarebbero state sparse di una sostanza infiammabile per la felicità degli affezionati della manifestazione (vedi articolo GeaPress ) che lo avrebbero poi rincorso tirandolo per la coda.

Gli organizzatori, su richiesta della Prefettura, hanno deciso l’annullamento. Precisano, però, che tutte le altre iniziative previste saranno mantenute, con la sola eccezione  del “toro de fuego”.

La decisione è stata presa stamani in comune accordo con il Sindaco per “non fomentare l’odio”. Il riferimento evidente è alle mail di protesta giunte alle autorità locali e definite “calunnie nei social network da parte di gruppi di pressione anti corrida”.

Incredibile il paragone che sarebbe stato fatto per sottolineare l’improbabile aspetto incruento della manifestazione. Le corna infuocate sarebbero state paragonate all’effetto di una torcia tenuta dall’uomo. Ad ogni modo, il “toro de fuego”, sabato prossimo non ci sarà. E’ bastato un evento su facebook ed il veloce catalizzarsi della protesta animalista a mettere in crisi le intenzioni degli organizzatori che volevano difendere la tradizione catalana. Il centro di Amelie les Bains si trova infatti nella cosiddetta Catalogna francese. Nella ben più nota Catalogna spagnola, però, le corride sono state vietate. Un particolare, a proposito di tradizioni, non da poco.

Intanto gli animalisti festeggiano. Indubbiamente la vittoria è loro ma una manifestazione pacifica, sabato prossimo, ci sarà lo stesso.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati