GEAPRESS – Non è necessario consultare un trattato di zoologia, basta un libro per bambini, le caratteristiche dell’Asino sono brevemente riassunte in poche parole: “docile, tranquillo, lento ed affettuoso“. Lento, eppure lo fanno correre, in molti palii o corse in Italia.  Sempre sui libri per i bambini leggiamo che “l’Asino è uno degli  animali che ha aiutato di più l’uomo e, in cambio, ha ricevuto poco o nulla. Anzi spesso un sacco di botte“, ed il macello.

Nella Corsa degli Asini di Frosolone all’Asino, oltre al danno, sono riservate anche le beffe, già dal volantino che pubblicizza l’evento: “Esilarante e piena di colpi di scena, la corsa degli Asini rappresenta essenzialmente un momento di grande divertimento e di grande ilarità non solo per i bambini, ma anche per i grandi“.

Per farli correre gli Asini sono incitati con metodi discutibili, i loro fianchi sono decisamente sollecitati con mani e gambe. Sicuramente una scuola opinabile per i bambini condotti a vedere lo spettacolo.
Qualche secolo fa i bambini si portavano anche alle esecuzioni capitali, perchè imparassero!

La Corsa non è una tradizione locale antica, è alla diciassettesima edizione, ed è preceduta da un altro rito cruento, la sagra della bistecca fiorentina. Tra le montagne molisane, mah!
L’ultima domenica di agosto, che quest’anno cade il 28, vede animali lenti, non portatori d’ansia, che non fanno mai movimenti bruschi, generosi nell’approcciarsi agli altri, limpidi nei comportamenti,  sbeffeggiati e costretti a correre in una situazione di stress e confusione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati