corrida protesta
GEAPRESS – E’ successo a Siviglia lo scorso 25 aprile. Due attivisti appartenenti al Vegan Streaker Group, con sede nei Paesi Bassi, sono riusciti ad irrompere nell’arena a torso nudo. Sul petto ed in alcuni cartelli che sono riusciti ad esporre, era riportata la scritta “Vergogna Nazionale” e “Stop Tortura”.

Gli attivisti, sfuggiti al controllo della vigilanza, hanno raggiunto il centro dell’arena. Uno dei due, ha iniziato a correre verso il toro ormai accasciato in terra, afferrando una banderillas nel tentativo di estrarla. Purtroppo, pochi secondi prima, il povero animale aveva subìto il colpo fatale sul collo.

Non è la prima volta che in Spagna, attivisti animalisti riescono ad interrompere le corride. E’ successo anche in alcuni paesi dell’america centrale, dove le corride sono ancora molto diffuse, ed in Francia. Molto scalpore, ha suscitato alcuni mesi addietro, al notizia che gli allevamenti spagnoli di tori da corrida, sono finanziati con i soldi europei per l’agricoltura. Una mozione presentata la Parlamento Europeo, che voleva bloccare queste elargizioni, non è risucita ad imporsi grazie al numero di astenuti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati