GEAPRESS – Ritorna l’Ordinanza Martini sulla protezione degli equidi nel corso delle manifestazioni storiche. L’Ordinanza di Sospensiva del TAR Lazio, voluta da due associazioni specializzate in discipline equestri e fino a stamani oggetto di critiche da parte dell’Associazione Italian Horse Protection (vedi articolo GeaPress) è stata a sua volta ribaltata dalla Sentenza del Consiglio di Stato emessa appena venerdì scorso (scarica la sentenza).

Il Ministero della Salute era ricorso in appello contro l’Ente Nazionale Guide Equestri Ambientali (E.N.G.E.A.) e la Scuola Equestre di Formazione (S.E.F. Italia) che avevano chiesto ed ottenuto la sospensiva.

Il Consiglio di Stato, Sezione Terza, pur ritenendo condivisibile l’osservazione del TAR Lazio sul fatto che occorre una disciplina in materia (non si deve sempre reiterare una Ordinanza scaduta) ha ritenuto che i profili di danno per i due ricorrenti valgano solo in funzione di una parte molto limitata dell’Ordinanza Martini. Un nuovo inserimento, cioè, che non prevede le associazioni non riconosciute dal CONI tra gli Enti non sottoposti a regime autorizzatorio. I due ricorrenti si erano evidentemente sentiti danneggiati ed avevano fatto ricorso al TAR. Il Consiglio di Stato dispone che rimanga sospesa solo tale piccola parte, lasciando invariato tutto il resto così come nel luglio scorso formulato dal Ministero della Salute.

Quasi tutto in vigore, dunque, ivi comprese le parti di cui lunga contesa tra il Ministero della Salute e il famoso Palio di Ronciglione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati