GEAPRESS – Non ci sarà l’incredible gioco dell’oca che il 15 agosto si svolge nel paese di Butera (CL). Ad annunciarlo è Enrico Rizzi Coordinatore Nazionale del PAE (Partito Animalista Europeo) che giudica tale decisione “saggia“. Questo anche alla luce di eventuali problemi di ordine pubblico che sarebbero scaturiti dalle manifestazioni del PAE e dell’Associazione 100% animalisti.

Niente oca sgozzata, dunque, da acciuffare con una sorta di grande manichino. Anzi, per Enrico Rizzi, tale gioco non si farà mai più.

Sono stato presente alle scorse edizioni del gioco – dice Enrico Rizzi a GeaPress ed ho visto pure i bambini piangere di fronte a quella scena dell’oca sgozzata. Con il collo penzoloni, su è giù. Uno spettacolo assurdo e che, posso assicurare, non vede affatto partecipi tutti gli abitanti di Butera, anzi.”

Ma chi ha preso la decisione di vietare il gioco?
Nei giorni scorsi il “gioco” di ferragosto sarebbe stato al centro di una riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza della Provincia di Caltanissetta. Ad essere presente sarebbe stato anche il Sindaco di Butera Luigi Casisi, il quale non avrebbe accolto di buon umore la decisione che per Rizzi è invece saggia. Rapporti non esattamente idilliaci tra i due, protagonisti di una riunione, presso la casa comunale, che finì poi sui telegiornali locali per le stizzose rimostranza dei sostenitori di un gioco sicuramente molto criticato.

Dopo ben 200 anni – conclude Rizzi entusiasticamente – il gioco con l’oca, rimarrà solo un ricordo“.

Vedremo. Stamani non è stato possibile mettersi in contatto con il Sindaco che dovrà nel caso spiegare ai suoi cittadini il perchè di questa decisione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: