cavallo
GEAPRESS – Un nuovo incidente, per la provincia di Viterbo, nel corso di manifestazioni equestri. Meno noto rispetto al più famoso Palio di Ronciglione, quello di Bomarzo (Palio di Sant’Anselmo)  ha ieri riservato un brutto incidente costato la vita ad un cavallo. Due, invece, i fantini rimasti feriti.

Un contesto diverso rispetto a Ronciglione, ma che già preannuncia polemiche tra organizzatori e gli animalisti. Un tracciato diverso, non urbano, ed una curva dove è avvenuto il volo del fantino e la morte del cavallo. Sembra, dalle prime indiscrezioni trapelate sulla stampa locale e che farebbero seguito alle indagini dei Carabinieri, che il povero animale sia rimasto mortalmente ferito battendo su un paletto. Questo primo incidente ha poi causato  la caduta di un  secondo cavallo. Quest’ultimo animale non avrebbe riportato danni.

Il Palio, a seguito dell’incidente, è stato sospeso.

Se da un lato si è tenuto a precisare la regolarità del percorso, così non la pensano gli animalisti. Horse Angels, ad esempio, ha voluto mettere in evidenza le curve che si presenterebbero a gomito e le protezioni riservate.

Saranno le indagini dei Carabinieri a fare luce sulle evenutali irregolarità.

I Palii che si svolgono nel Lazio, come in altre Regioni, sono tutelati da una disposizione di legge, così come previsto  dalla Legge 189/04 sul maltrattamento di animali che si esclude, in tal maniera, dal suo campo di applicazione.

Nel Video di Tuscia Web, il momento dell’incidente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati