GEAPRESS – 20 cavalli in un anno, di cui 18 nella sola Sardegna. Tutti uccisi per ritorsione secondo l’Associazione Italian Horse Protection, che denuncia l’ultimo caso di tre equidi (due cavalli ed un asino) gravemente feriti con la recisione dei tendini a Gavoi, in provincia di Nuoro. L’asino ed uno dei due cavalli sono stati poi abbattuti su disposizione del Veterinario ASL.

Per HIP, però, si trattava di animali che avrebbero dovuto competere nel corso di locali manifestazioni popolari. In particolare un cavallo avrebbe dovuto gareggiare, sempre secondo Italian Horse Protection, nel corso del Palio di Fonni, in programma per domenica 15 e famoso per il suo ricco montepremi.

Occhi puntati, dunque, sul palio del paese del nuorese per il quale l’Associazione ha chiesto l’immediata sospensione. La richiesta esula in parte dalla stessa morte degli animali essendo stati ravvisati elementi che farebbero supporre il mancato rispetto dell’Ordinanza del Ministero della Salute sulla protezione degli equidi. Al Prefetto di Nuoro ed alla Task Force sul benessere degli animali presso il Ministero della Salute, HIP ha chiesto se corrisponde al vero che il suddetto palio non abbia chiesto, così come prescritto dall’Ordinanza, la necessaria autorizzazione ministeriale. Dubbi pure sulla procedura di identificazione del cavallo, così come sulle procedure antidoping e sulla presenza di un’ambulanza veterinaria.

La speranza, pertanto, è un intervento urgente delle Autorità preposte, mentre per tutti vale sempre l’invito, rivolto da HIP, di firmare l’apposita petizione contro i palii. www.nopalio.it . Oltre 11.500 cittadini hanno già aderito.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati