GEAPRESS – Vi ricordate l’elefantessa Sabu? Per due volte di seguito era scappata dal Circo svizzero Knie. La prima volta (vedi articolo GeaPress) agli inizi di giugno. Non le era sembrato vero, e con il lago a due passi si era placidamente distesa senza volere giustamente rientrare nel circo. Ripresa dai proprietari era poi nuovamente scappata (vedi articolo e metodi di addestramento GeaPress) questa volta durante il viaggio. Non aveva più a portata di zampa il bel lago ed aveva scelto un ruscelletto. Ripresa e chiusa nel camion container per lei di nuovo la vita del circo.

Adesso basta, devono aver pensato al circo. Sabu non può rinfrescarsi quando vuole. Il circo a questo punto l’ha trasferita dentro uno zoo in compagnia degli altri elefanti (vedi articolo GeaPress con racconto Liana Orfei di elefante circo italiano fuggito in spiaggia).

Tutto finito? Ma neanche per idea. Il circo svizzero decide questa volta lui di concedere il bagnetto tradizionale nel lago di Neuchatel, sempre in Svizzera, ma per Sabu niente da fare. Ancora dentro lo zoo, da sola! Evidentemente si spaventano del suo desiderio di darsi, quando le pare, una rinfrescatina in libertà.(GEAPRESS).