GEAPRESS – Stupore ed incredulità per il volto di Moira Orfei che annuncia la sua mancanza per l’appuntamento di Matera. Per motivi tecnici, informano i manifestini con il volto della capellona del circo italiano. Solo che gli addetti del tendone della Moira degli elefanti (in cattività) sono andati ad appendere il giubilare volto in una delle pareti “sacre” di Matera, ovvero quella da sempre riservata alle affissioni mortuarie.

Nel rione Lanera di Matera i motivi tecnici dell’icona del circo di tradizione (ovvero con animali in cattività), nonché il più finanziato tra i circhi sostenuti dal Ministero dei Beni Culturali, sono così apparsi tra ringraziamenti, dispense di visite, non fiori ma opere di bene, Sante Messe, tristi annunci, crocifissi, annunci di tumulazioni e cortei con salme. Tutti i manifestini mortuari, però, appaiono con regolare bollo del Comune di Matera. Lo stesso non può dirsi per quelli della Moira degli elefanti (… sempre in cattività). Forse per lei dispensa?

L’invadente pubblicità con la faccia della vistosa circense ipersorridente ha giustamente indignato molti cittadini di Matera che hanno fatto notare l’increscioso episodio alla redazione di GeaPress. Andati a controllare era tutto incredibilmente vero. Non solo. Alcuni cittadini hanno pure scritto al Sindaco Salvatore Adduce. Parrebbe che il Sindaco non si sia scosso, e forse per questo non è voluto ancora intervenire per le doverose consegne, agli Uffici competenti.

Gli stessi cittadini ci hanno fatto, altresì, notare che già nel 2010 avevano interpellato il Sindaco per i manifesti di un altro circo. Si trattava del Lidia Togni del quale, tanto per rimanere in tema, ancora si ricorda di una memorabile sanzione per i manifesti affissi nell’Arco di Augusto a Rimini. Evidentemente della cosa qualcuno …. sentitamente ringrazia. Il Sindaco, forse, farebbe bene a coprire i volti della circense sorridente tra i morti della sua città oltre che farsi pagare (se di affissione abusiva si tratta) quanto dovuto all’erario.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: