GEAPRESS – Animal Defenders International torna alla carica contro la reclusione degli animali nei circhi. La grande Associazione animalista internazionale, con sedi in America, Europa ed Africa, si offre ora di ricollocare l’anziana elefantessa Annie, le cui violenze sono state documentate in un video diffuso in questi giorni (vedi articolo GeaPress). Tre settimane e mezzo, filmata da ADI sempre alla catena. Sottoposte alle angherie di un inserviente ora misteriosamente scomparso. 48 volte bastonata e forconata. In più i cammelli presi a colpi di sputi ed i piccoli pony a botte. Ora, però, dell’inserviente aguzzino, si sono perse le tracce. Possibile? I circhi dicono sempre di lasciare i loro animali solo in mani di personale esperto e competente. Non sanno chi sia?

Secondo la moglie di Bobby Roberts, proprietario del circo, l’addetto era un romeno che ha lasciato il circo durante la notte.

Animal Defenders International si appella ora a Bobby Roberts, affichè consegni Annie, elefante anziano e sofferente di artrite. L’Associazione ha già felicemente ricollocato numerosi animali, tra cui tigri, scimpanzè, cavalli ed anche numerosi leoni provenienti dai circhi boliviani dopo che il governo di quel paese ne ha bandito l’uso (vedi articolo GeaPress).

Intanto, in Inghilterra, sono 170 i parlamentari che hanno firmato la mozione che se approvata, dovrebbe bandire l’uso nei circhi degli animali appartenenti a specie selvatica. Il pubblico inglese è rimasto molto colpito dalle scene riprese da Animal Defenders Internetional.

Il pubblico non vuole gli animali nei circhi – ha dichiarato Tom Phillps, Direttore della campagne di ADI – non lo vogliono neanche i parlamentari e i gruppi di protezione animale. E’ ora che il Governo prenda posizione“. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).