GEAPRESS – E’ salva. Annie, l’elefantessa del circo inglese ripetutamente bastonata da un inserviente poi fuggito (nel riquadro della foto) andrà in una struttura zoologica a circa 120 chilometri da Londra. Il proprietario (omonimo) del Bobby Roberts Super Circus ha acconsentito al suo trasferimento dopo il clamore suscitato dal video girato con telecamere nascoste piazzate dall’Associazione Animal Defeders International (vedi articolo GeaPress).

Decine di bastonate e forconate, in tre settimane e mezzo di riprese. In tutto questo periodo, tra l’altro, l’animale è rimasto tutto il tempo alla catena. “L’abbiamo sempre trattata come una bambina“, si sono difesi Moira e Bobby Roberts, e più volte nel passato, sempre secondo i circensi, si è tentata una diversa collocazione. Secondo Animal Defeders International, però, si tratta della solita storia raccontata anche in altre occasioni di trasferimenti di animali dai circhi e solo dopo che si era riusciti a documentare le condizioni di detenzione.
 
Il trasferimento dell’elefantessa dovrà ora avvenire entro una settimana e per lei saranno messi a disposizione tre inservienti specializzati ed un team veterinario. Inizialmente verrà ospitata in un’ampia area recintata dove vi sono alcuni rinoceronti. L’area è grande alcuni ettari. Poi si tenterà il reinserimento con gli elefanti.

Il filmato di Animal Defeders International arriva in un momento particolare nella storia degli animali detenuti nel circo inglese. A breve, infatti, il Governo dovrà pronunciarsi contro il mantenimento degli animali, così come chiedono la maggioranza degli inglesi che hanno risposto ad un sondaggio governativo, e ben 170 parlamentari, sia della maggioranza che dell’opposizione. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).