GEAPRESS – A Ciampino (RM) l’amministrazione comunale non ne ha potuto più. Prima i muri imbrattati con pubblicità abusiva, infine uno smagrito cammello in giro per la città. In tal maniera l’italianissimo Circo Montecarlo aveva deciso di rendersi a tutti i costi noto ma è stato accompagnato dai Vigili Urbani fuori da Ciampino ed in compagnia di due sanzioni. Sebbene attendato nel vicino Comune di Marino, il Circo aveva invaso Ciampino in maniera evidentemente illecita.

Tuona il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Enzo Lavagnino. “Dopo avere imbrattato abusivamente nei giorni scorsi tutta Ciampino ieri il circo si è reso protagonista di un episodio assolutamente intollerabile di maltrattamento sugli animali. Un povero cammello – aggiunge Lavagnino – in probabile stato di malnutrizione e di spavento, è stato portato in giro per le strade all’interno di un carrello da trasporto di ridotte dimensioni trainato da un furgoncino”.

Immediato l’intervento dei Vigili Urbani i quali, accertata la violazione del regolamento comunale, hanno scortato il furgone con il cammello fuori dal territorio comunale.

Al Circo sono state contestate due sanzioni. Una, pari a 3.500 euro per le reiterate affissioni abusive, e l’altra di 500 euro (sanzione massima prevista) per infrazioni al regolamento a tutela degli animali. Gli Agenti hanno inoltre provveduto a far pervenire una segnalazione alla Asl veterinaria al fine di verificare lo stato di salute di tutti gli animali utilizzati nell’attività circense. Dopo la notifica dei verbali, in caso di mancato pagamento, si provvederà alla predisposizione degli atti per consentire l’eventuale fermo amministrativo del mezzo utilizzato per il cammello.

Nel Comune di Ciampino, precisa GeaPress, vige una delle prime Ordinanze italiane che disciplina l’arrivo del circo proprio in funzione dei tanto sgraditi spettacoli con animali. Purtroppo, come già successo in altri Comuni che hanno emanato simili provvedimenti, i circhi attendo in aree limitrofe, inficiando l’Ordinanza fino ad imbrattare i muri di chi vorrebbe il loro spettacolo ma senza animali detenuti. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).