(GEAPRESS) – Secondo il proprietario del circo Knie, a fare scappare l’elefantessa dal circo alla ricerca di bagnetti nei laghi e ruscelli, è un normale comportamento etologico e per questo interrompe la tournée e  rinchiude tutti gli elefanti in uno zoo.

GeaPress, ricordando che tutti gli elefanti dei circhi sono stati strappati alla vita libera, riporta un’altro episodio descritto da Liana Orfei (addestratrice circense italiana e madrina del Golden Circus), attendata con il suo circo nei pressi di una spiaggia pugliese, ove scappò una delle tre elefantesse acquistate anni prima a Bangkok.

Il pezzo è tratto dal libro “La grande casa chiamata circo” Editrice La Sorgente. Ognuno si faccia la propria idea:

“A Jennie vennero legate, come di consueto, una zampa anteriore ed una posteriore ai picchetti conficcati in terra. Ma appena vide il mare ricordò, forse, la sua terra d’origine, strappò i picchetti come fossero fuscellini e, trascinando tutto con sé, andò sulla riva ed entrò in mare. Si fermò dove l’acqua era alta poco più di un metro e non ci fu verso di farla uscire. Provammo a prenderla per fame e per sete: niente. Per due giorni rimase sprofondata in un mondo beato: giocava, si spruzzava, barriva; forse cantava la sua terra lontana”. (GEAPRESS).