GEAPRESS – La Giunta capitolina, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Marco Visconti, ha stabilito il recupero degli animali che si trovano nei campi nomadi e che, in occasione degli sgomberi, vengono altrimenti abbandonati. Ne da comunicazione a GeaPress lo stesso Assessore Visconti, dopo che nello speciale “CAMPAGNA ROMANA“, la nostra Agenzia aveva denunciato la grave situazione che si era venuta a creare duranti gli interventi.

«Prima degli sgomberi dei campi rom – ha dichiarato l’Assessore Visconti – gli uffici preposti del Dipartimento ambiente, dovranno essere allertati con un congruo anticipo. In questo modo potranno provvedere al censimento degli animali e quindi si occuperanno, insieme ai veterinari e ai volontari, di trasferirli presso idonee strutture. Qui gli animali saranno sottoposti a visita medica e successivamente alloggiati adeguatamente. I nostri tecnici si metteranno a disposizione degli uomini della Questura e, durante le operazioni di sgombero, avranno il compito di garantire l’incolumità degli animali e il rispetto delle procedure per la loro tutela. Sul posto, inoltre, saranno sempre presenti i veterinari delle Asl, che effettueranno le catture difficili e le necessarie operazioni sanitarie. Anche questo contribuirà notevolmente a ridurre il fenomeno del randagismo» ha concluso Visconti.

Il provvedimento promosso dall’Assessore Visconti dovrebbe così porre fine ad una lunga scia di polemiche che aveva visto contrapposti volontari e lo stesso Comune di Roma.

Significativo il fatto che ancor prima dello sgombero avverrà il censimento degli animali. Uno dei problemi, infatti, che a monte complicava l’attività dei volontari, era proprio quello di non sapere quanti animali erano rimasti tra le macerie degli sgomberi. Ora, invece, tutti i cittadini a quattro zampe, la cui “proprietà” per legge, è del Comune, saranno preventivamente censiti ed affidati alle strutture di accoglimento.

L’Assessore Visconti tiene a precisare che si è già fatto promotore di più iniziative in contrasto al fenomeno del randagismo, inserite in una strategia di interventi che prevede, tra l’altro, la sterilizzazione dei randagi, nonchè campagne di sensibilizzazione ed adozione dei cani e gatti abbandonati.

GeaPress continuerà a seguire le operazioni di sgombero, sicuri che l’Assessore Marco Visconti saprà dare conferma della sensibilità dimostrata. 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati