uccellagione
GEAPRESS – Sarebbe risultato recidivo per i medesimi reati la persona che, assieme ad un altro individuo, si dedicava alla cattura illecita d’uccelli. Il tutto all’interno della sua proprietà.

La Polizia Provinciale di Vicenza ha rinvenuto lucherini, frosoni, fringuelli e passere scopaiole che sarebbero stati utilizzati come richiamo per i selvatici. Per catturare questi ultimi, invece, colla per topi, reti e gabbie a scatto. L’operazione si è poi estesa alla perquisizione nel corso della quale sono stati trovati 120 uccelli morti, tra cui 110 pispole, specie particolarmente protette.

Secondo la Polizia Provinciale di Vicenza, si ha la precisa percezione che tali reati siano in vertiginoso aumento anche come conseguenza della riduzione e dei tagli inferti alle Province a seguito della riforma della pubblica amministrazione voluta dal Governo nazionale. Ad ogni modo, l’opera di vigilanza e di repressione dei reati sull’attività venatoria illegale proseguirà senza sosta.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati