tordo bottaccio
GEAPRESS –  Un probabile traffico di avifauna non munita di anello e quindi non identificabile, è stato scoperto dal Corpo Forestale dello Stato nel corso di un controllo in un negozio.

I Forestali hanno provveduto al sequestro di 38 tordi bottacci senza anello.

Gli animali, stante quanto riferito dagli inquirenti, sarebbero stati detenuti nei locali della sede aziendale; alcuni erano già predisposti nelle scatoline di cartone, pronti per la vendita.

I tordi bottacci, dopo la verifica del loro stato di salute da parte di un esperto ornitologo e di un medico veterinario, nominati ausiliari di PG, sono stati prontamente liberati.

Un tordo inabile al volo, 4 ciuffolotti, 2 merli e un rigogolo con anello modificato sono stati posti sotto sequestro e consegnati alla Polizia Provinciale.

Durante la perquisizione sono stati rinvenuti e sequestrati decine di trappole a rete e arnesi artatamente modificati, presumibilmente per la manomissione degli anelli. All’operazione hanno collaborato i Comandi Stazione di Carpanè, Enego e Valdagno.

Come è noto la presenza degli anelli inamovibili nella zampa dei volatili, è un  obbligo di legge che dovrebbe attestare la provenienza lecita degli animali. Si tratta di specie ancora in uso presso i cacciatori in capanno.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati