GEAPRESS – A Venezia, tra poco, sfilerà l’amore contro l’odio. Questo perché, come diceva Tolstoj, “da qualunque lato la guardiamo, la caccia è un atto stupido, crudele e nocivo al sentimento morale”. A riprendere la quanto meno autorevole frase sono il Ministro Michela Brambilla ed il prof Umberto Veronesi che oggi hanno voluto esprimere la loro vicinanza ed il sentito ringraziamento a tutti i partecipanti della manifestazione anti caccia che nel primo pomeriggio si svolgerà a Venezia. Tempo brutto nella città lagunare, per ora sta piovendo. I partecipanti sono già in parte arrivati. Chi in pullman, in macchina, o in aereo. Negli ultimi giorni si è appreso di tutto. Cani impallinati (vedi articolo GeaPress 18 settembre e 10 settembre), ciclisti centrati (vedi articolo GeaPress), più altri incidenti e palesi e reiterate disattenzioni nei controlli (vedi articolo e filmato GeaPress) cose sulle quali già più volte il Ministro Brambilla è intervenuta (vedi articolo GeaPress).

Riportiamo integralmente il messaggio del Ministro Brambilla e del prof. Veronesi, sicuri che al loro ringraziamento corrisponde l’augurio di liberarci al più presto dei tanti mortali pallini di piombo. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

Cari amici,

la coscienza animalista è un principio universale che unisce la stragrande maggioranza degli italiani, di qualunque età, ceto sociale, credo politico e religioso.

E’ un sentire comune che fa parte della civiltà di un popolo. Una grande ricchezza di cui essere orgogliosi.

All’interno di questo patrimonio si pone in primo piano il rifiuto deciso alla barbara pratica della caccia da parte di una schiacciante maggioranza dell’opinione pubblica che non deve più essere ignorata.

Chi pratica la caccia non fa solo del male agli animali del pianeta ma provoca anche grave danno all’ambiente che è di tutti.

E’ infatti nostro compito difendere e conservare la biodiversità che il mondo ci ha regalato in milioni di anni e non è possibile accettare che, per divertimento, si continuino a massacrare animali ignari e indifesi.

Anche per questo motivo, supportati da importanti personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, nei mesi scorsi abbiamo presentato il Manifesto de “La Coscienza degli Animali”, che vuole portare avanti questa battaglia di civiltà e riaffermare che gli animali nascono uguali davanti alla vita e per questo hanno il diritto di essere rispettati.

Oggi per le vie di Venezia, una delle più belle realtà turistiche italiane, sfilerà l’amore contro l’odio. E’ il momento di cambiare, ne abbiamo il diritto ma anche la forza!

Concludiamo con una frase dello scrittore russo Tolstoj: “Da qualunque lato la guardiamo, la caccia è un atto stupido, crudele e nocivo al sentimento morale”.

Conserviamo la biodiversità e amiamo i nostri amici animali.

A tutti voi giunga la nostra vicinanza ed il sentito ringraziamento per l’importante lavoro che quotidianamente svolgete a tutela di chi non può difendersi.

Michela Vittoria Brambilla e Umberto Veronesi