anatide WWF
GEAPRESS – Sono state liberate oggi nella Riserva Naturale Palude Brabbia (VA), gestita dalla Lipu in collaborazione e convenzione con la Provincia di Varese, decine di anatre sequestrate domenica scorsa in provincia di Pavia grazie al lavoro congiunto della Polizia Provinciale e delle Guardie Volontarie del WWF Lombardia.

In tutto, ad essere stati salvati dal WWF e dalla Polizia Provinciale di Pavia, sono  68 anatidi di diverse specie (marzaiola, alzavola, fischione, codone , canapiglia)  utilizzati come richiami in un appostamento di caccia. Il sequestro è stato motivato dal fatto che gli animali erano privi degli anelli inamovibili previsti dalla legge. In tal maniera, non è possibile attestare la nascita in cattività e quindi il legale possesso.

L’operazione è maturata  grazie alla dedizione e professionalità della Polizia Provinciale di Pavia che ha riscontrato l’illecito e richiesto successivamente la collaborazione del Nucleo  Guardie WWF. Infine, l’operazione, avvenuta già dopo pochi giorni dal sequestro grazie alla disponibilità della LIPU che ha  ospitato gli animali nel proprio Centro recupero “La Fagiana” di Pontevecchio di Magenta (MI).

L’Operazione ‘Paperopoli Pavia’, comunica il WWF,  è solo l’ultimo dei tanti sequestri già operati in Lombardia e soprattutto in provincia di Brescia negli scorsi anni dalle stesse guardie WWF.

Le Guardie del WWF sono rappresentate nel territorio italiano da oltre 300 volontari suddivisi in 50 nuclei attivi. I controlli avvengono così dalle valli bresciane allo Stretto di Messina; ogni anno sono messi in campo oltre 55mila ore dedicate alla difesa dell’ambiente. In oltre 20 anni si attività volontaria, sono migliaia di accertamenti di violazioni ambientali e centinaia di mezzi illeciti di caccia recuperati.

Le  Guardie perseguono tutti i tipi di  reati in danno dell’ambiente e della salute: dall’uccisione di specie protette, al mancato rispetto delle norme venatorie a causa del bracconaggio, dagli abusi edilizi all’abbandono di rifiuti, dal maltrattamento degli animali al commercio illegale di fauna e flora, dall’inquinamento di fiumi e mari, alla pesca illegale, dalle attività industriali inquinanti, agli scarichi abusivi,  agli  incendi boschivi .

L’invito del WWF è quello di aiutare  le centinaia di Ranger, Guardie e volontari, attivi in Italia e nel mondo, al fine di poterli dotare di attrezzature tecnologiche, medicine, fuoristrada, gps, camera-traps, binocoli, radiotrasmittenti e altri equipaggiamenti indispensabili a monitorare il territorio per sorprendere bracconieri e trafficanti.

Per questo il WWF ha lanciato la campagna “Crimini di Natura”. Per maggiori informazioni anche per le eventuali donazioni è disponibile il seguente numero verde 800.990099.

VEDI VIDEO WWF SULL’OPERAZIONE PAPEROPOLI-PAVIA

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati