merlo ali tagliate
GEAPRESS – Intervento delle Guardie Eco Zoofile OIPA di Pesaro Urbino nella cittadina di Vallefoglia.

Ad essere stati posti sotto sequestro  lo scorso due luglio, sono due tordi ed un merlo che sarebbero stati detenuti illegalmente da un cacciatore. Ai poveri animali risultavano tagliate coda ed ali. Il fine verosimile era quello di poterli utilizzare nel corso della prossima stagione venatoria, come richiami vivi. Si tratta, come è noto, di uccelli che vengono adoperati dai cacciatori per attrarre  altri uccelli a tiro di fucile.

Gli animali ora sequestati erano detenuti, sempre ad avviso dell’OIPA, in gabbie piccole, sporche e buie.

Il cacciatore è stato così denunciato e dovrà ora difendersi dell’accusa di maltrattamento di animali. Gli animali sono stati invece trasferiti presso il Centro di Recupero per la Fauna Selvatica.

Come è noto l’uso in generale dei richiami è al centro di una vivace polemica. Per le associazioni, infatti, violerebbe la Direttiva 2009/147/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati