letto condanna morte
GEAPRESS – Una condanna eseguita lo scorso gennaio che di certo alimenterà le critiche rivolte a quei paesi che ancora praticano la pena di morte.

Questa volte a finire ucciso nel lettino della morte di un penitenziario del Texas è stato un sospetto bracconiere. Nel 2007 nel corso di una sparatoria nella Contea di Wharton, nel sud est del Texas, aveva ucciso un Guardiacaccia. Da allora era iniziata la battaglia giudiziaria che non ha evitato,  lo scorso 27 gennaio, nel lettino della morte. Dopo sedici minuti dall’inizio della somministrazione dell’iniezione letale il cuore del condannato ha cessato di battere. Si è trattato della seconda esecuzione eseguita nello Stato del Texas dall’inizio dell’anno.

L’uomo, quando era stato individuato dalle Forze dell’Ordine, si era reso protagonista di un lungo inseguimento concluso nei pressi della sua abitazione scaricando il caricatore della proprio pistola ed utilizzando addirittura un fucile mitragliatore. Un Guardiacaccia era rimasto mortalmente ferito. A nulla sono valse le richieste di attenuanti avanzate dalla difesa che aveva evidenziato il fatto che il proprio cliente fosse incensurato. Nel corso del processo sarebbe inoltre risultato che lo stesso soggetto avesse bevuto prima di andare a caccia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati