GEAPRESS – Un anno e tre mesi, con la condizionale, ed un po’ più di 300 euro di multa. W.L.C., 44 anni di Verceia (SO), cacciatore, ha patteggiato la pena di fronte al Giudice per le indagini preliminari, dr. Carlo Camnasio.
In casa sua,  il 10 settembre 2010, la Polizia aveva trovato un arsenale: una carabina calibro 223 con cannocchiale e canna filettata per poter montare il silenziatore, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, cinque silenziatori, proiettili …

Il cacciatore, con un armamentario da bracconiere, non aveva il permesso per detenere le armi, era autorizzato  solo per i fucili da caccia, eppure era tornato in libertà dopo pochi giorni dall’arresto! Ora grazie al patteggiamento, che riduce la pena di un terzo, ha chiuso definitivamente il procedimento a suo carico.

E pensare che un comune cittadino, non cacciatore, che porta un’arma giocattolo senza il tappo rosso è punito con la reclusione da 1 a 3 anni e con la multa da 1milione  a 5milioni di lire (art. 5 L. 110/1975), modificata dalla L. 30/1990! (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).