cardellino
GEAPRESS – E’ stato convalidato il sequestro dei fringillidi avvenuto sabato scorso ad Eboli (SA), in località Campolongo.

Ad intervenire sono state le Guardie Zoofile dell’Enpa in collaborazione con i volontari del CABS e guardie ittico-venatorie di Salerno. Due individui originari del napoletano, infatti, sono stati sorpresi mentre erano intenti a manovrare le reti in un terreno nei pressi di alcune serre. In particolare, ad essere catturati, erano Cardellini attirati con l’ ausilio di alcuni richiami vivi e zimbelli.

I due, una volta notati dalle Guardie, avrebbero tentato la fuga.

Grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della stazione di Santa Cecilia si è riusciti a fermare e identificare i presunti uccellatori. Peraltro, parte del materiale per l’uccellagione, era stato maldestramente occultato in una roggia, mentre i volatili già catturati erano nascosti tra le piantagioni. Tutto il materiale ed i 19 Cardellini sono stati recuperati. Quindici di essi venivano liberati sul posto mentre i richiami e gli zimbelli, questi ultimi imbragati con spago e moschettoni, sono stati trasportati al CRAS di Napoli.

I due sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria una volta contestati i reati connessi alla cattura, detenzione e maltrattamento di fauna selvatica protetta. Il materiale, composto da un ricevitore, rete, picchetti ed aste in legno e ferro, è stato posto sotto sequestro. Stante quanto riportato dalle Guardie ENPA uno dei due soggetti, sarebbe stato denunciato per lo stesso reato in provincia di Frosinone.

Nessuno sconto per i due, ai quali è stato inoltre rilasciato il foglio di via per 3 anni dal territorio di Eboli.

L’Enpa ringrazia il Comandate ed i militari della stazione dei Carabinieri di Santa Cecilia per il fondamentale intervento.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati