GEAPRESS – Sono ben novantamila gli euro spesi dalla Provincia di Treviso in favore di una mostra di trofei di caccia svoltasi lo scorso maggio. Come se ciò non bastasse, i locali erano addirittura quelli della stessa Provincia. A denunciare il tutto, con promessa di inviare un esposto alla Corte dei Conti, è l’europarlamentare veneto Andrea Zanoni (IdV), il quale, sottolineando l’inopportunità di tale spesa, rileva coma alla stessa manifestazione fosse presenta una associazione di ornicoltori che annovera tra i suoi dirigenti una persona più volte condannata sia per reati venatori riferibili al mondo dell’uccellagione, che per la stessa detenzione di armi. Un pluripregiudicato, insomma.

La mostra di teste, palchi ed altri pezzi di animali mummificati in onore della natura (morta) è stata così realizzata, sia grazie ai locali messi a disposizione della Provincia che ai soldi dei contribuenti.

Il Consigliere provinciale Gianluca Maschera de L’Italia dei Valori, nonché segretario provinciale del partito di Di Pietro, succeduto ad Andrea Zanoni oggi europarlamentare, è intenzionato anche lui a fare chiarezza sulla questione dello sperpero di denaro pubblico in un tempo di forti ristrettezze economiche come quello attuale.

Per l’associazione dell’uccellatore pluripregiudicato la Provincia avrebbe destinato una discreta fetta del contributo. Ben 10.000 euro. Soldi, però, che secondo Zanoni non sarebbero ben documentati.

Trovo allucinante” ha dichiarato l’On.le Zanoni “che con una semplice nota di un privato o organizzazione che sia, la Provincia sborsi ben 10.000 euro senza pretendere un minimo di rendiconto, ad esempio in termini di ore lavorate, chilometri percorsi, mezzi utilizzati, ecc“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati