volpe
GEAPRESS – Il secondo periodo deciso dalla provincia di Treviso per l’abbattimento delle volpi di notte tramite l’ausilio di fari o abbattimento alla cerca e all’aspetto senza l’ausilio di cani, sarebbe dovuto iniziare il prossimo agosto. Animali, ricorda in un suo comunicato l’Eurodeputato PD Andrea Zanoni, che per il resto dell’anno potevano inoltre essere cacciati in tana con l’ausilio di cani e all’aspetto in prossimità della tana con utilizzo dei cani.

Ed invece Il Consiglio di Stato, con l’Ordinanza del 30 aprile scorso, ha sospeso la delibera della provincia di Treviso. Per l’On.le Zanoni Andrea Zanoni sarebbe ora sconfessata la linea della provincia di Treviso che non aveva peraltro accolto l’appello di ben 65.000 cittadini oltre che della nota attrice  Brigitte Bardot. “Le volpi sono ora salve – ha dichiarato l’On.le Zanoni – un migliaio di inermi cuccioli  che la provincia di Treviso voleva eliminare anche attraverso la barbara pratica della caccia in tana”.

Il Consiglio di Stato, intervenuto su ricorso ricorso di LAV, ENPA e OIPA, ha di fatto riformato la precedente Ordinanza del TAR Veneto.

Mi complimento con le associazioni LAV, ENPA e OIPA – ha dichiarato l’On.le Zanoni – per questa prima importante vittoria che ha fatto giustizia dimostrando l’incapacità della Provincia di Treviso di applicare correttamente le leggi che tutelano la natura e la biodiversità“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati