cerva_imagefullwide
GEAPRESS – Intervento dei Forestali della Provincia di Trento, Stazione di Ossana, che hanno provveduto a denunciare un cacciatore accusato di avere abbattuto una cerva  non assegnata.

Le indagini si erano avviate nello scorso mese di novembre, quando i Forestali avevano notato dei comportamenti anomali da parte del cacciatore della locale riserva di caccia. E’ stato così avviato un controllo sia nella zona normalmente frequentata dallo stesso, che nei pressi della sua abitazione.

Di primo mattino, nella giornata di giovedì, i Forestali hanno udito due colpi d’arma da fuoco a distanza ravvicinata. Gli agenti hanno così notato il cacciatore rientrare a casa con uno zaino in spalla. Sarebbe così risultato che lo stesso aveva regolarmente contrassegnato l’abbattimento di un cervo piccolo sull’apposito tesserino. L’animale, però, non era in casa e per questo il cacciatore è stato invitato dagli agenti a recarsi subito con loro sul luogo degli spari.

Dopo aver rinvenuto la carcassa del piccolo di cervo, in un luogo poco lontano ma ben nascosto il personale forestale ha trovato anche la carcassa di una cerva adulta. Il regolamento interno della riserva concedeva al cacciatore solamente capi di cervo piccolo. Gli gli agenti hanno pertanto proceduto al sequestro della cerva, contestando al cacciatore non solo la mancata denuncia di abbattimento ma anche l’abbattimento di un capo non assegnato.

CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati