GEAPRESS –Considerata l’età e soprattutto la vicinanza dei luoghi, il cacciatore di Carini (PA) avrebbe dovuto sapere, oltre che a guardare il calendario venatorio, che ormai da numerosi anni la località Capo Rama, vicino Terrasini (PA), è interdetta dell’attività venatoria. E’ addirittura una riserva naturale della Regione siciliana gestita dal WWF.Ed invece imbracciato il fucile e stipati i tre cani in macchina, il sessantanovenne cacciatore si è diretto proprio nel bel mezzo dell’area protetta. Tante palme nane su un pianoro che termina a picco sul mare di Terrasini. Il fucile non era silenziato, ne particolari precauzioni erano state prese per nascondersi alla vista. Anzi, ha sparato almeno tre colpi per altrettanti conigli infilati nel carniere.

Ad accorgersi di lui, però, i Carabinieri della Stazione di Terrasini. Raggiunto lo spavaldo cacciatore, gli è stata sequestrata l’arma. L’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. Meno male che Capo Rama è un’oasi. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).